Come si lavora GlowStone?

Tecnica di semina

Il metodo più semplice e veloce per utilizzare le GlowStone è la cosiddetta semina. Con questo sistema, le Glowstone vengono sparse o distribuite a mano sulla superficie in calcestruzzo ancora morbido. Quindi, quando il calcestruzzo è in indurimento, vi vengono fatte penetrare con una spatola Fresno in modo che si trovino appena sotto la superficie e siano ricoperte da un sottile strato di calcestruzzo.

Esposizione delle GlowStone

Per evitare che venga compressa la funzione delle GlowStone, occorre garantire che possano assorbire l’energia luminosa per immagazzinarla e quindi erogarla.

A tal fine, occorre mantenerle in superficie con un sistema chimico o meccanico.

1. GlowStone esposta con sistema chimico

L’esposizione chimica delle GlowStone si ottiene spruzzando una piccola quantità di ritardante sul calcestruzzo non ancora completamente indurito. Questo ritardante rallenta il processo di indurimento chimico della superficie del calcestruzzo lasciandolo non polimerizzato in modo che possa essere rimosso con lavaggio. La Glowstone rimane esposta in superficie e forma una superficie di calcestruzzo ruvida e luminosa.

Questo processo è simile alla produzione di calcestruzzo lavato, con la differenza che al posto della comune pietra o del vetro riciclato viene usata la Glowstone.

2. Glowstone esposta con sistema meccanico

Il secondo metodo, più impegnativo in termini di manodopera, consiste nell’esporre le Glowstone con platorelli diamantati montati su una lucidatrice manuale o su macchine industriali per la lucidatura di pavimenti in calcestruzzo. Con questa procedura si ottiene una bella superficie liscia che include le Glowstone che forniscono luminosità a spot al buio.

Altre possibili tecniche di applicazione

  • Sparse su ghiaia non consolidata
  • Sparse su asfalto in indurimento su piste ciclabili e marciapiedi
  • Lavorate in calcestruzzo decapato
  • Lavorate in calcestruzzo strutturale
  • Integrate in superfici intonacate
  • Incorporate in malta per fughe
  • Fissate con sigillanti per calcestruzzo
  • Punzonate / pressate in calcestruzzo
  • Incollate su superfici lisce
Chiudi il menu
×
×

Carrello